Scelta cooperativa, scelta di valori

Per due giorni Modena diventa la capitale dell’agricoltura sociale, cioè quelle attività agricole che comprendono interventi di carattere socio-sanitario, educativo, di formazione, inserimento lavorativo e ricreazione rivolti in particolare a persone svantaggiate o a rischio di marginalizzazione.

Dopodomani – venerdì 28 – e sabato 29 giugno la fattoria “Centofiori” di Marzaglia (strada Pomposiana 292), gestita dalla cooperativa sociale Giovani Ambiente Lavoro, ospita la quarta edizione della festa nazionale dell’agricoltura sociale. L’evento è promosso dal Forum nazionale agricoltura sociale, nato per favorire l’incontro tra produttori agricoli, cooperative sociali, associazioni, famiglie, persone in situazione di svantaggio, consumatori responsabili, università, amministrazioni pubbliche ed enti locali, servizi sociali, strutture didattiche, scolastiche e sanitarie. La festa nazionale è un momento di confronto tra le numerose realtà italiane impegnate in percorsi di agricoltura sociale, ma soprattutto l’occasione per rilanciare in presenza delle istituzioni il modello di welfare e accoglienza basato sulla pratica dell’agricoltura sociale.

La festa viene inaugurata venerdì alle 16 da don Franco Monterubbianesi (fondatore della comunità di Capodarco) e dal portavoce del Forum Giuliano Ciano.

Seguono un dibattito sul tema “L’agricoltura sociale come modello di welfare e accoglienza” e un seminario informativo sul Piano sviluppo rurale della Regione Emilia-Romagna – misura 16.9 (opportunità per l’agricoltura sociale). Alle 20 è prevista la cena presso l’agriturismo Centofiori e il concerto de “La Centrale del Latte”, una delle band protagoniste lo scorso 21 giugno della Festa europea della musica – Notte Bianca di Modena.

La festa nazionale dell’agricoltura sociale prosegue sabato 29 giugno alle 9.30 con l’assemblea dei soci del Forum, la degustazione di vini da agricoltura sociale, pranzo in fattoria, laboratori e giochi per grandi e piccini.

L’ingresso alla festa è libero e gratuito, pranzo e cene sono su prenotazione al 335.6564797.