Scelta cooperativa, scelta di valori

Gli anglossassoni chiamano “burn out” il processo generativo di stress e disagio psicofisico che si crea nell’ambiente lavorativo.

Per prevenire, affrontare e risolvere le problematiche del burn out si può ricorrere all’arteterapia. Se ne parla parla domani – martedì 26 febbraio – dalle 18 alle 19 al bar Glam (palazzo Europa) di Modena in un incontro organizzato da Confcooperative Modena e Insieme (cooperativa di utenti) con il contributo di Emil Banca.

Intervengono il giornalista e scrittore Andrea di Furia, le artiterapeute Maria Grazia Bernardi, Daniela D’Alessandro ed Elisa Ferrini.

L’iniziativa fa parte di un ciclo di incontri su “Coop4Welfare”, progetto di welfare aziendale partito nell’autunno scorso a Modena.

Assistenza a bambini e anziani, sanità integrativa, previdenza complementare, polizze assicurative dedicate, forniture di energia e gas a prezzi vantaggiosi, corsi di lingue straniere. Sono alcuni dei beni e servizi disponibili sulla piattaforma diCoop4Welfare”. Le imprese che li erogano ai propri dipendenti possono ottenere un risparmio sugli oneri contributivi e fiscali, valorizzare la propria immagine e trattenere i lavoratori migliori, rafforzando il loro senso di appartenenza.

Bunrnout