Scelta cooperativa, scelta di valori

Volge al termine il Festival internazionale delle Abilità Differenti, organizzato dalla cooperativa sociale Nazareno di Carpi. L’evento di chiusura è il concerto della band “Ladri di Carrozzelle”, in programma domani – giovedì 1 giugno – alle 21 nel parco di Villa Chierici a Carpi. Lo spettacolo è preceduto alle 20 dall’inaugurazione di Bistrò53, un locale ideato a progettato dalle cooperative Nazareno. Aperto al pubblico dal 6 giugno al 30 settembre, darà l’opportunità di trascorrere tempo libero nel verde a due passi dal centro consumando colazioni, brunch, pranzi e aperitivi. I “Ladri di Carrozzelle” sono la band composta in gran parte da artisti con disabilità che, con ironia e amore per la musica, sono riusciti a vivere la diversità come valore e non come problema. “Chi va in carrozzina disturba anche te: digli di smettere!” Questo è il provocatorio inizio di “Distrofichetto”, cavallo di battaglia del gruppo. Tutto comincia nel 1989, quando un gruppo di amici, costretti in carrozzina dalla distrofia muscolare, decide di formare un gruppo musicale. Superate le difficoltà iniziali legate alla formazione, attraverso le proprie canzoni la band lancia una sfida all’indifferenza, luoghi comuni e pregiudizi, opponendosi al concetto di normalità. Accettare e superare i propri limiti, sorridere ironizzando sul mondo e, soprattutto, cambiare prospettiva, trasformando la paura in coraggio e il disagio in risorsa. Sono queste le idee tradotte in musica dalla band, che vuole promuovere un’immagine nuova delle diverse abilità, fatta di integrazione, competenza e professionalità. I “Ladri di Carrozzelle” hanno effettuato oltre mille concerti in Italia e all’estero. Ricordiamo i concerti del 1° Maggio 1996 e 2006 in piazza S. Giovanni a Roma e la partecipazione al concerto del Giubileo del 2000 a Tor Vergata. Per i “Ladri” hanno grande importanza i concerti nelle scuole, spettacoli multimediali composti da musica, parole e immagini su temi quali disabilità, diversità, ambiente, lavoro, pace. La band ha all’attivo una ventina tra album, singoli e dischi incisi per progetti specifici sia di sensibilizzazione che di beneficenza. Grazie all’incontro con la cooperativa Arcobaleno di Frascati, da gruppo musicale l’esperienza si è trasformata in laboratorio musicale aperto a ogni forma di fragilità sia fisica che psichica e psichiatrica. Lo scopo è coinvolgere altri ragazzi affetti da handicap per dare loro la possibilità, attraverso la musica, di migliorarsi musicalmente e socialmente. Per il gruppo è importante che il “know-how” acquisito negli anni venga trasferito alle persone con disabilità fisiche, psichiche e psichiatriche che, pur avendo talento e interesse musicale, non hanno l’opportunità di manifestarlo concretamente. Da questi laboratori arrivano i “nuovi ladri” che si alternano sul palco. Attualmente si tratta di una formazione multiforme, che varia e si spezzetta mettendo in scena non semplici concerti, bensì spettacoli multimediali che affrontano tematiche sociali e culturali legate non solo alla disabilità. Il loro è un repertorio scanzonato e coinvolgente che spiazza il pubblico costringendolo a saltare, ballare e cantare tutti insieme. Ingresso libero.

ladri di carrozzelle

bistrò53 inaugurazione