Scelta cooperativa, scelta di valori

Agevolazioni del MISE alle imprese per la diffusione ed il rafforzamento delle imprese e cooperative sociali

Con la presente siamo ad informarvi che con decreto del Direttore Generale per gli incentivi alle imprese del 26 luglio 2017, si rende finalmente applicativa la misura prevista dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) del 3 luglio 2015 in merito alle “Agevolazioni alle imprese per la diffusione ed il rafforzamento dell’economia sociale”, che prevede agevolazioni alle imprese per la diffusione ed il rafforzamento dell’economia sociale per le imprese che operano nel no profit.

Lo stanziamento previsto, a livello nazonale, è pari a 223 milioni di euro e tale misura è riservata alle cooperative sociali e loro consorzi, alle imprese sociali ed alle cooperative onlus.

Beneficiari

Così come già evidenzato sopra, il regime di aiuto istituito dal decreto è destinato ad agevolare le seguenti tipologie di imprese:

  1. imprese sociali di cui d.lgs. n. 155/06, e successive modifiche e integrazioni, costituite in forma di società;

  2. cooperative sociali di cui alla L. n. 381/91 e successive modifiche e integrazioni, anche non aventi qualifica di imprese sociali ai sensi del decreto legislativo n. 155/06, e relativi consorzi, come definiti dall'art. 8 della legge predetta;

  3. società cooperative aventi qualifica di ONLUS ai sensi del decreto legislativo n. 460/97 e successive modifiche e integrazioni.

Gli interventi sostengono la creazione e la crescita di iniziative imprenditoriali che generino valore e sviluppo territoriale rilevante per la comunità. Per l'accesso alle agevolazioni è necessario che le imprese proponenti presentino dei piani progettuali così come espressamente indicato nei decreti cui si rimanda per una attenta lettura.

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese non inferiore ai 200.000 euro (al netto d'iva) e non superiori a 10 milioni di euro.

Contributi

Le agevolazioni sono concesse, a fronte della realizzazione dei programmi di investimento, nella forma di finanziamenti a tasso agevolato, utilizzando una banca finanziatrice evidenziata in uno specifico elenco di banche che hanno aderito alla convenzione di questa misura, elenco consultabile sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il finanziamento potrà coprire l'80% delle spese ammissibili; questo dovrà prevedere una quota pari al 30% erogato da una banca finanziatrice (finanziamento bancario a tasso di mercato) e la rimanente parte del finanziamento, pari ad una quota del 70%, sarà erogato dal MISE (finanziamento agevolato). L'impresa dovrà garantire la copertura finanziaria del programma di investimento attraverso l'apporto di risorse proprie, ovvero mediante finanziamento esterno, per un importo pari ad almento il 20% delle spese ammissibili complessive. Il tasso d'interesse da applicare al finanziamento agevolato sarà pari almeno allo 0,50 per cento annuo.

La durata del finanziamento non potrà essere superiore a 15 anni, decorrenti dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento; il contratto di finanziamento prevede che il rimborso avvenga secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno.

Per tale motvo, il finanziamento agevolato ed il finanziamento bancario (che coprono l'80% delle spese ammissibili), sono regolati in modo unitario da un unico contratto di finanziamento.

Limitatamente per i programmi che prevedono investimenti non superiori a 3 milioni di euro, al finanziamento agevolato è previsto inoltre un contributo, a fondo perduto, pari al 5% della spesa complessiva, ad investimento completato.

L'agevolazione è concessa in regime de minimis.

Procedure e termini

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.

La domanda di agevolazione deve essere redatta in formato elettronico e deve essere presentata dall’impresa a partire dalle ore 10.00 del giorno 7 novembre 2017, a mezzo PEC, all’indirizzo disponibile nell’apposita sezione “Imprese sociali” del sito internet del Ministero www.mise.gov.it.

Riferimenti normativi

Per i dettagli e le modalità operative, considerata la complessità del tema, è quantomai opportuno consultare i sottoriportati decreti:

  • Decreto Ministeriale 3 luglio 2015: Agevolazione alle imprese per la diffusione ed il rafforzamento dell'economia sociale;

  • Decreto Interministeriale 14 febbraio 2017;

  • Decreto Ministeriale 8 marzo 2017;

  • Decreto Direttoriale 26 luglio 2017 – Economia sociale – Modalità e termini per l'accesso ai finanziamenti agevolati ed ai contributi non rimborsabili.