Scelta cooperativa, scelta di valori

Confcooperative Emilia-Romagna premia l’innovazione con Coopin

Il mondo cooperativo guarda con interesse alle nuove sfide dell’Open Innovation, puntando a ridisegnare il modo di intendere la mutualità.

Lo dimostra un’indagine di Confcooperative Emilia-Romagna e Aiccon pubblicata nella “Guida all’Open Innovation”, secondo la quale oltre il 40% delle imprese cooperative intervistate conosce i principi dell’innovazione aperta (per l’80% si tratta di grandi cooperative) ed è orientata a farvi ricorso. Tra i percorsi di Open Innovation preferiti, spiccano la costruzione di parternariati con start-up, la creazione di reti con altre imprese e – soprattutto per le grandi cooperative - la ricerca di soluzioni ai problemi tramite apposite iniziative quali, ad esempio, gli hackaton.

Per valorizzare le esperienze di Open Innovation già avviate e stimolarne altre, in occasione del suo 50 esimo anniversario Confcooperative Emilia-Romagna promuove il premio “Coopin - Premia l’innovazione. Aperta. Cooperativa”, in collaborazione con i CoopUp e le Confcooperative provinciali, Aiccon, Tempo Consulting e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna.

Il premio è rivolto a cooperative, imprese sociali, associazioni e B-corp con sede legale in Emilia-Romagna. Si può partecipare solo per via telematica, accedendo al portale coopin.confcooperativemiliaromagna.it e presentando la propria domanda insieme alla descrizione del progetto di innovazione aperta. Le iscrizioni scadono il 22 ottobre 2018.

«Con questo premio vogliamo valorizzare quelle iniziative che hanno saputo innovare prodotti, servizi e metodi facendo leva su una rivisitazione dei principi e valori cooperativi e mutualistici, per metterli al servizio delle sfide contemporanee – dichiara Francesco Milza, presidente di Confcooperative Emilia-Romagna – Celebrare i cinquant’anni della nostra associazione significa guardare al futuro delle imprese cooperative che per noi passa anche dall’Open Innovation, un particolare approccio che consente alle aziende di rispondere ai bisogni delle persone aprendosi al contributo di soggetti sia interni che esterni, con i quali condividere rischi e benefici delle iniziative intraprese».

Saranno premiati fino a un massimo di nove progetti (potenzialmente uno per provincia) rappresentativi di azioni concrete già realizzate o in corso di realizzazione, e rientranti in due categorie: partnership per l’innovazione (orientata ai progetti che aggregano soggetti diversi e complementari) e innovazione organizzativa (per quei progetti tesi a innovare la cultura organizzativa conferendo maggiore competitività alle imprese).

Ai vincitori del premio sarà assegnato un contributo economico. Sono poi previste azioni diffuse di storytelling e networking volte ad amplificare la visibilità dei progetti selezionati tramite videointerviste personalizzate su canali specializzati, pubblicazione di articoli, partecipazione a eventi, avvio di relazioni qualificate, citazioni nelle best practices discusse negli studi di Confcooperative e Aiccon.

La cerimonia ufficiale di aggiudicazione dei premi avverrà nell’ambito dell’evento finale in programma a inizio dicembre, a cui parteciperà un’ampia platea di stakeholder e influencer di livello nazionale, interessati alla diffusione di queste pratiche.

Info: coopin.confcooperativemiliaromagna.it