Scelta cooperativa, scelta di valori

Cooperativa Muratori S. Felice: ok portafoglio commesse, nonostante crisi settore costruzioni

È in programma sabato 22 settembre il tradizionale pranzo con porchetta offerto dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro, aderente a Confcooperative Modena.

La festa, con inizio alle 12.30, si svolge presso i capannoni della cooperativa in via Perossaro 1388 (di fronte al campo di volo). Sono invitati soci e familiari, clienti e fornitori, rappresentanti delle istituzioni e del mondo imprenditoriale. L'evento, coordinato dal socio Stefano Benatti, offre l'occasione per analizzare l'andamento della Muratori di S. Felice.

«Premetto che nei precedenti esercizi 2015 – 2016 la cooperativa ha voluto affrontare una delicata operazione di ottimizzazione dell’attivo patrimoniale che ha determinato perdite di bilancio anche significative – dichiara il presidente Gianfranco Finelli - I nostri stakeholder – in primis il sistema bancario – hanno comunque recepito la trasparenza e serietà della politica di bilancio adottata garantendo, pur in una quadro di generalizzata stretta creditizia, il loro imprescindibile supporto. Parimenti anche i nostri clienti hanno confermato la loro fiducia nei nostri confronti e, del resto, la cooperativa è stata in grado di rispettare gli impegni contrattuali assunti.

L’esercizio 2018, invece, - continua Finelli - ha registrato un risultato positivo, se pur non eclatante: il valore della produzione si è attestato a oltre 8 milioni di euro. La base sociale e la struttura della nostra cooperativa potrebbero sostenere più alti livelli di produzione, ma non dimentichiamo che il settore delle costruzioni ha registrato anche nel 2017 una debole ripresa e arriva da una recessione che dura ormai da dieci anni. Vi sono tuttora fattori preoccupanti, quale il calo generalizzato delle marginalità, in particolare dagli appalti pubblici e privati, e la conseguente necessità di ottimizzare e ridurre i costi aziendali.

Per contro l’ormai patologico eccesso di burocrazia non ci aiuta. Ciò nonostante – conclude il presidente della cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro - anche il 2018 ha un portafoglio commesse che ci conforta nella previsione di ottenere un piccolo, ma significativo, incremento del valore della produzione».