Scelta cooperativa, scelta di valori

#Gocciaagoccia, un aiuto per i bambini della Siria

Per tutto il mese di dicembre nelle 89 filiali Emil Banca di Modena, Bologna, Ferrara, Reggio Emilia, Parma e Mantova si raccolgono fondi per aiutare i bambini siriani ad andare a scuola.

Il denaro raccolto attraverso questa campagna, intitolata #Gocciaagoccia, servirà alla ong bolognese Gvc per aprire aule ad Aleppo, distribuire materiale didattico e formare gli insegnanti delle scuole siriane. Inoltre, a tutti coloro che acquisteranno un piccolo magnete a forma di goccia (offerta minima 5 euro), viene data la possibilità di concorrere a diventare ambasciatore Gvc in uno degli oltre venti Paesi nei quali l’organizzazione porta solidarietà e sviluppo.

In Siria sono 1,8 milioni i bambini che quest’anno non hanno avuto un primo giorno di scuola. Un istituto su tre è stato danneggiato o distrutto, utilizzato come rifugio per gli sfollati o a scopi militari. Per cancellare i segni della guerra, Gvc ha dipinto fiori e colombe alle pareti delle 14 scuole ristrutturate ad Aleppo, ha distribuito oltre 10 mila kit scolastici composti da zainetti, matite e quaderni, ha riappeso i canestri ai muri delle palestre affinché i bambini tornino a giocare a basket. Infine, Gvc ha installato 12 classi prefabbricate, fornito 390 banchi, ricostruito i bagni, formato 735 insegnanti e ridato una scuola a 16.752 studenti.

Molto ancora resta da fare in Siria. Numerose classi sono ancora costrette a fare lezione in cantine o seminterrati e i bambini non possono uscire durante l’intervallo. Nella periferia orientale di Aleppo il tasso di iscrizione scolastica rimane molto basso perché è pericoloso andare a scuola sotto i bombardamenti.

#Gocciaagoccia è la seconda campagna Gvc sostenuta da Emil Banca, che due anni fa ha coinvolto i suoi soci nella raccolta fondi per ricostruire le scuole in Nepal dopo il devastante terremoto del 25 aprile 2015.

#Goccia a goccia manifesto