Scelta cooperativa, scelta di valori

Incentivi alle imprese per interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

E’ stato pubblicato sul sito dell’I.N.A.I.L. il Bando ISI 2018 “Finanziamenti alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro” (art. 11, comma 5 del d.Lgs. 81/2008 e s.m.i.). Anche quest'anno l'Ente ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro.

I fondi sono nazionali e vengono suddivisi a livello regionale: i fondi messi a disposizioni alla Regione Emilia Romagna sono pari a 27.399.995,00 euro

Beneficiarie saranno le imprese, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura, nonché gli enti del terzo settore, che dovranno soddisfare, a pena di esclusione, gli specifici requisiti richiesti dall’Avviso pubblico della Regione di appartenenza.

Iniziative ammissibili (si può presentare un solo progetto per una sola unità produttiva, riguardante una sola tipologia tra quelle indicate): i progetti di investimento in materia di sicurezza, sono suddivisi in più assi:

  • Asse 1:

    • Asse 1.1 - Progetti di investimento generali volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;

    • Asse 1.2 - Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

  • Asse 2 - Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);

  • Asse 3 - Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;

  • Asse 4 - Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività quali il settore pesca e tessile-confezioni- articoli in pelle e calzature;

  • Asse 5 - Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli;

    • Asse 5.1 - per la generalità delle imprese agricole;

    • Asse 5.2 -riservato ai giovani agricoltori.

Contributi: Il contributo viene erogato in conto capitale e varia a seconda degli assi e più precisamente è pari a:

  • per gli assi 1,2,3,4, al 65% delle spese sostenute dall’impresa per la realizzazione del progetto, con un massimo erogabile pari a € 130.000 ed un minimo ammissibile pari a € 5.000. Le imprese fino a 50 dipendenti che presenteranno progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non saranno soggette a limite minimo di contributo.

  • nello specifico per il solo Asse 4, fino al massimo erogabile di 50.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000,00 Euro.

  • per l’Asse 5 finanziamento massimo erogabile pari a Euro 60.000,00; minimo pari a Euro 1.000,00.nella misura del:

    • 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);

    • 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori).

Procedure e termini. I finanziamenti vengono assegnati fino ad esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande. Le domande dovranno essere presentate in modalità telematica, secondo tre fasi successive:

  • accesso alla procedura online e compilazione della domanda (sito internet www.inail.it) da effettuarsi con i tempi e le modalità indicati nell’avviso pubblico ISI 2018;

  • invio della domanda on line da effettuarsi con tempi e modalità indicati nell’avviso pubblico ISI 2018;

  • conferma domanda on line tramite l’invio della documentazione a completamento da effettuarsi nei tempi e con modalità indicati nell’avviso pubblico.

A partire dall’11 aprile 2019, le aziende interessate avranno tempo fino alle ore 18.00 del 30 maggio 2019 per completare e salvare la propria domanda nella sezione “Servizi online” del sito INAIL; seguirà l’inoltro della domanda on line nei giorni e orari di apertura dello sportello informatico (il cosiddetto “click day”), che saranno pubblicati sul sito dell’Istituto a partire dalla data del 6 giugno 2019. Le imprese collocate in posizione utile per accedere al contributo dovranno poi confermare la domanda inserita on line, tramite l’invio della documentazione indicata nell’avviso pubblico per la specifica tipologia del progetto.

Ricordiamo che Uniservizi fornisce assistenza alle aziende sia per quanto riguarda la partecipazione all'iniziativa in oggetto e alle altre iniziative INAIL, sia per ciò che riguarda l'adozione dei modelli organizzativi e di responsabilità sociale. Il riferimento è la Dottoressa Francesca Ferrari contattabile al n. 059.384722 o all'indirizzo ferrari.fr@confcooperative.it.