Scelta cooperativa, scelta di valori

Parmigiano Reggiano: ok Consorzio a regole chiare contro pratiche sleali

Il Consorzio del Parmigiano Reggiano accoglie positivamente la proposta di direttiva sulle pratiche sleali presentata dal Commissario europeo per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale Phil Hogan. Il documento, che mira a tutelare i piccoli operatori di fronte alle pratiche commerciali sleali applicate dai partner nella filiera alimentare, rappresenta secondo il Consorzio una grande opportunità per tutto il sistema delle Dop italiane.

La direttiva punta a ristabilire un solido equilibrio nel potere contrattuale, consentendo a tutti gli operatori della filiera di competere su un piano di parità. «Sicuramente le aste on-line sono oggi l'emblema dello strapotere di alcune catene distributive – afferma il presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano, Nicola Bertinelli – Esse usano la loro forza commerciale per togliere valore al prodotto Dop, invece che puntare alla creazione di maggior valore basato su strategie comuni di qualità e promozione».

La proposta della Commissione nasce proprio con l’intento di scoraggiare e perseguire questo fenomeno, imponendo agli Stati membri di designare un'autorità pubblica responsabile di garantire l'applicazione delle nuove norme. In caso di accertata violazione, l'organo responsabile sarà competente per imporre una sanzione proporzionata e dissuasiva. Qualora ne venga fatta richiesta, sarà inoltre assicurato l’anonimato delle parti che presentano la denuncia in modo da proteggere la loro posizione nei confronti del partner commerciale.

«La proposta di direttiva comunitaria lascia agli Stati membri spazi e ruoli importanti su questo tema per noi cruciale. È bene, pertanto, fare un lavoro con il governo per definire da subito regole che diano risposte concrete, a partire dalle aste on-line, ma anche alle altre pratiche ingannevoli e svilenti a danno delle Dop. Il Consorzio del Parmigiano Reggiano - conclude Bertinelli - sarà in prima linea per costruire queste scelte».