Scelta cooperativa, scelta di valori

Piano regionale di sviluppo rurale: gli investimenti rivolti alle imprese

E' diventato operativo l'accordo sottoscritto tra la Regione Emilia Romagna ed il Fei (Fondo Europeo degli Investimenti) per offrire, all'interno delle Misure del Piano di Sviluppo Rurale, un pacchetto di prodotti finanziari a costi contenuti per supportare i piani di sviluppo delle imprese agricole di produzione primaria e le imprese di agroalimentari di trasformazione. Vengono coinvolti 5 istituti di credito che hanno sottoscritto la convenzione che, a fronte di fondi pubblici si sono impegnate a mettere a disposizione alle imprese finanziamenti e mutui agevolati ed altri strumenti finanziari fino ad un ammontare di 34 milioni di euro, nell'ambito del progetto multiregionale Agri Italy Platform. Le banche interessate sono le seguenti: Iccrea, Credem, Creval, Banca di Cambiano e Monte dei Paschi di Siena. Con tale strumento le imprese avranno un più facile accesso al credito, una garanzia gratuita e potranno beneficiare di una riduzione delle garanzie collaterali e/o dei tassi di interesse e commissioni più basse.

TIPI DI OPERAZIONI

  • 4.1.05 – Investimenti in aziende agricole con strumenti finanziari;

  • 4.2.02 – Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali con strumenti finanziari.

BENEFICIARI

  • Imprenditori agricoli (persone fisiche o giuridiche o sotto forma di raggruppamenti giuridici);

  • Micro, piccole, medie imprese che operano nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti dell'allegato 1 del trattato sul funzionamento dell'Unione Europea, esclusi i prodotti di pesca;

  • Imprese agricole professionali qualora la materia agricola da trasformare e commercializzare sia di provenienza extra aziendale.

SPESE AMMISSIBILI

Per la misura 4.2.02 (agroindustria - trasformazione) le operazioni finanziate sono le seguenti:

  • Acquisto di nuovi macchinari e/o attrezzature;

  • Costruzione/acquisizione, ristrutturazione, miglioramento di beni immobili per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli;

  • Acquisizione di hardware e software finalizzati all'adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC);

  • Può essere considerata spesa ammissibile anche il capitale di esercizio circolante fino ad un importo massimo pari al più alto tra 200.000 euro ed il 30% dell'importo totale della spesa ammissibile qualora l'importo richiesto sia più elevato;

  • La spesa deve essere sostenuta dopo la data della richiesta da parte del beneficiario della relativa operazione di finanziamento del debito;

  • I finanziamenti non devono essere materialmente completati o realizzati completamente alla data di approvazione del finanziamento;

  • I prestiti non potranno essere di importo superiore a 350.000 euro

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Per presentare la domanda sarà necessario rivolgersi a uno dei cinque istituti di credito che hanno sottoscritto l'accordo e che daranno il via all'operazione in tempi diversi. Ogni istituto pubblicizzerà l'iniziativa sul proprio sito.