Scelta cooperativa, scelta di valori

Scai “cardioprotegge” soci, ospiti e cittadini del centro di Carpi

È avvenuta il 5 dicembre la consegna del defibrillatore semiautomatico che la cooperativa sociale Scai ha donato alla residenza Stella di Carpi. Sono intervenuti il direttore di Confcooperative Modena Cristian Golinelli e l’ex senatrice Isa Ferraguti, in rappresentanza degli ospiti della struttura. «Abbiamo scelto di posizionare lo strumento di primo soccorso per il benessere della comunità carpigiana nella residenza da noi gestita a pochi metri di distanza dal parco delle Rimembranze, molto frequentato dai cittadini – spiega il presidente della cooperativa Ilario De Nittis - Con questa azione confermiamo la nostra vicinanza alla collettività carpigiana, già testimoniata nel 2014 con la consegna di un pulmino attrezzato alle famiglie e un servizio gratuito di trasporto a loro dedicato». Il 21 settembre scorso - Giornata mondiale dell’Alzheimer - e il 29 settembre – Giornata mondiale del Cuore – Scai ha offerto gratuitamente i servizi assistenziali agli ospiti residenziali e diurni del centro Stella di Carpi. Inoltre la cooperativa ha donato una giornata non lavorata a tutti i soci operatori, che potranno usufruirne a loro piacimento nel corso dell’anno. «In occasione della Giornata del Cuore il cda ha deciso di “cardioproteggere” soci, ospiti e cittadinanza con l’installazione del defibrillatore che abbiamo poi consegnato il 5 dicembre – dichiara De Nittis - Ci sentiamo più sereni sapendo che, in caso di arresto cardiaco, i nostri cari hanno maggiori possibilità di essere salvati grazie a un defibrillatore portatile e a persone in grado di utilizzarlo. È anche così – conclude il presidente della cooperativa Scai – che si coltiva il valore sociale della nostra comunità».