Scelta cooperativa, scelta di valori

Per il quinto anno consecutivo le scuole della cooperativa sociale La Carovana di Modena rappresentano un presepe vivente in città.

L’evento è in programma dopodomani – sabato 16 dicembre – alle 10.15 nel piazzale della parrocchia dello Spirito Santo, in via Fratelli Rosselli 180.

«Quest’anno il presepe s’intitola “La casa dov’è?”. Abbiamo preso spunto dalle continue sollecitazioni di attenzione e aiuto agli ultimi di papa Francesco e da una canzone di Jovanotti – spiega l’amministratore delegato de La Carovana Giovanni Nicolini – Inoltre ci ha ispirato anche una frase tratta da “Delitto e castigo” di Dostoevskij: “Bisognerebbe proprio che ogni uomo avesse almeno un posto dove andare”. Posto che anche la Sacra Famiglia aveva bisogno di trovare».

Al presepe vivente saranno protagonisti oltre 450 gli alunni delle scuole dell’infanzia e primarie Carovana, Tommaso Pellegrini e della secondaria S. Giuseppe. I bambini delle primarie giungeranno nel piazzale antistante la chiesa da tre vie del quartiere Buon Pastore, accompagnati dagli zampognari per annunciare a tutti la nascita di Gesù. Rappresenteranno antichi mestieri, reciteranno testi poetici e fonti evangeliche inerenti la Natività, mentre i ragazzi della secondaria S. Giuseppe arricchiranno il coro di voci bianche con canti natalizi. L’ingresso è libero.

Giovedì prossimo 21 dicembre, invece, alle 18 presso il Tommaso Pellegrini in strada Contrada 127 l’Arcivescovo di Modena-Nonantola mons. Erio Castellucci celebrerà la messa per insegnanti, alunni e familiari della scuola dell’infanzia e primaria Pellegrini.