Scelta cooperativa, scelta di valori

Compie 51 anni il 4 Madonne Caseificio dell’Emilia, che ha sede a Lesignana di Modena ed è tra i maggiori produttori di Parmigiano Reggiano.

La ricorrenza viene festeggiata dopodomani – sabato 7 luglio -, in coincidenza con la Giornata Internazionale delle Cooperative, che si celebra dopodomani in tutto il mondo.

Il programma comincia alle 19 con un assaggio di prodotti locali, seguito alle 21.15 da un concerto di musica classica con la partecipazione di Sara Sternieri al violino e Mari Fujino al pianoforte.

Fondato nel 1967, aderente a Confcooperative Modena e presieduto dall’imprenditore agricolo Andrea Nascimbeni, il 4 Madonne Caseificio dell’Emilia associa una quarantina di aziende agricole che conferiscono oltre 300 mila quintali di latte all’anno. Produce 55 mila forme l’anno negli stabilimenti di Lesignana di Modena, Montardone e Varana di Serramazzoni.

Nel terremoto del 29 maggio 2012 ha perso 18 mila forme e subito danni per 7,5 milioni di euro. Nell’aprile 2014 ha inaugurato i nuovi stabilimenti di Lesignana, per i quali ha investito sei milioni di euro. Per consolidare la struttura e valorizzare il prodotto, nel 2016 il 4 Madonne ha emesso un prestito obbligazionario da sei milioni di euro garantito da forme di Parmigiano Reggiano. È il primo caseificio del comprensorio a effettuare un’operazione di questo tipo. Quotato sul segmento ExtraMot di Borsa Italiana, il prestito scade il 27 gennaio 2022.

Il 4 Madonne è anche inserito nei circuiti del turismo enogastronomico. Nel 2017 il caseificio ha accolto oltre 15 mila turisti, in maggioranza stranieri, mentre nei primi sei mesi di quest’anno sono state quasi 9 mila le persone che hanno visitato le sale di lavorazione del latte e il magazzino per la stagionatura del Parmigiano Reggiano.