Scelta cooperativa, scelta di valori

L’attaccante del Bologna e della Nazionale Italiana Simone Verdi, l’allenatore di Azimut Modena Volley Radostin Stoytchev, Rachele Barbieri, campionessa di Serramazzoni, medaglia d’oro nel ciclismo su pista specialità scratch. E ancora Cecilia Camellini, campionessa di nuoto, Claud Adjapong e Federico Di Francesco, calciatori rispettivamente di Sassuolo (e dell’Under 21 azzurra) e Bologna, e tanti altri.

Sono alcuni dei campioni che lunedì prossimo 11 dicembre si ritroveranno a partire dalle 20 al PalaPanini di Modena per la Partita della Stella, grande festa di sport e solidarietà. Giunta alla quinta edizione, la manifestazione vede tra gli sponsor Confcooperative Modena, la Cantina di Carpi e Sorbara, Domus Assistenza e il 4 Madonne Caseificio dell’Emilia, che ieri mattina ha ospitato la conferenza stampa di presentazione.

Sono intervenuti gli assessori comunali Giulio Guerzoni (Sport) e Ludovica Carla Ferrari (Attività economiche), Pierluigi Senatore (vicepresidente di Rock No War) e Stefano Prampolini (funzionario di Confcooperative Modena e attivista di “Un ponte verso Betlemme”), presenti anche alcuni dei campioni sportivi che parteciperanno all’iniziativa l’11 dicembre al PalaPanini. L’ingresso sarà a offerta libera e durante la serata verranno regalati buoni sconto per Conad Ipermercato al centro commerciale La Rotonda di via Morane 500.

L’obiettivo è sempre raccogliere fondi per il Caritas Baby Hospital di Betlemme, unico ospedale pediatrico della Cisgiordania, che giorno dal 1952 presta cure mediche e assistenza ai bambini, prime vittime del conflitto israelo-palestinese.

Quest’anno i fondi verranno devoluti anche all’Hogar Ninos Dios, casa di accoglienza per bambini disabili fisici e mentali gestito dalle suore dell’ordine del Verbo Incarnato che da anni si occupano di questi ragazzi, abbandonati dalle loro famiglie. Anche l’Hogar vive di provvidenza e non ha alcun aiuto pubblico. Al momento sono 33 le persone, anche con disabilità molto gravi, che vengono accudite da cinque suore.

La sera dell’11 dicembre per la Partita della Stella al Palasport di Modena si disputeranno due semifinali e due finali, dirette da arbitri della serie A di calcio a 5. Tutte le partite si svolgono in due tempi da 7 minuti che, in caso di parità, si risolveranno ai calci di rigore.

Anche quest’anno i partecipanti alla Partita della Stella verranno divisi in quattro squadre: “Amici del Bovo“, “Nessun1Escluso“, “Amici di Paolo Ponzo” e “Rock No War“.

Ci saranno le vecchie glorie della pallavolo come Luca Cantagalli, Andrea Sartoretti, e Stefano Recine, ex calciatori del Modena come Marco Ballotta e Riccardo Nardini.

Ai vincitori il divertimento e la soddisfazione di aver partecipato. Per tutti quelli che scendono in campo o in panchina prodotti tipici locali, come Parmigiano Reggiano e Lambrusco di Sorbara.

Alla Partita della Stella saranno invitati anche i circa 160 atleti modenesi che nella stagione 2016-2017 hanno raggiunto risultati di eccellenza ottenendo titoli nazionali e internazionali. Con loro sono invitati anche 33 allenatori e 22 presidenti di società. Tante le discipline rappresentate: dall’atletica al nuoto, dalla ginnastica artistica alle arti marziali, dagli sport di squadra – al pattinaggio – alla canoa – al volteggio equestre e all’automobilismo. Con una buona rappresentanza anche di altri sport come arrampicata sportiva, pentathlon, tiro con l’arco, tennis tavolo, bowling, pattinaggio in linea, lotta greco romana, pugilato, sci per diversamente abili.

La Partita della Stella è promossa da Comune di Modena, Un ponte verso Betlemme e Rock No War, e ha il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Figc (Federazione italiana gioco calcio), Aic (Associazione italiana calciatori), Aia (Associazione italiana arbitri), Aiac (Associazione italiana allenatori di calcio), Coni e degli enti di promozione sportiva Uisp, Csi e Aics.

Sponsor: Piacere Modena, Conad, Aceto Balsamico del Duca, Bper Banca, Gep Informatica, Domus Assistenza, 4 Madonne Caseificio dell’Emilia, Errea Play Modena, Cantina di Carpi e Sorbara, Mollificio Modenese, Gruppo Assimoco, Galvani, Confcooperative Modena, Modena Volley e Decathlon.

Info: www.rocknowar.it e pagina Facebook “Un ponte verso Betlemme”.

Donazioni: c/c 5775: Rock No War – Un ponte verso Betlemme, Banca Interprovinciale, Formigine – IBAN IT82G0339566780CC0020005775