Scelta cooperativa, scelta di valori

Sono in vendita fino a dopodomani – mercoledì 25 aprile – alla Solgarden di Sassuolo le margherite che sostengono la ricerca sul cancro.

La cooperativa sociale sassolese è tra gli oltre settanta centri di giardinaggio sparsi in tutta Italia che aderiscono a Margherita per Airc. Fino al 25 aprile la Solgarden vende piante di margherite 100 per cento italiane al prezzo di 4,50 euro, un terzo dei quali (1,50 euro) è devoluto ad Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro).

«È il quinto anno che aderiamo a questa iniziativa, il cui scopo è finanziare una borsa di studio di un giovane ricercatore – spiega il presidente della cooperativa Solgarden Enzo Giovini È il primo fondamentale passo che consente ai più giovani di formarsi in un campo complesso come quello delle malattie oncologiche. Airc è sempre stata attenta alle esigenze dei ricercatori sviluppando percorsi formativi ad hoc. La nostra cooperativa, nata nel 1992 fa per offrire opportunità lavorative a persone svantaggiate, – conclude il presidente della Solgarden – è onorata di offrire il proprio contributo a questa nobile causa».

L’anno scorso Solgarden ha venduto 420 margherite e devoluto ad Airc 630 euro. In tutta Italia sono stati venduti 28 mila esemplari e raccolti 30 mila euro che hanno consentito di finanziare la seconda annualità di una borsa di studio triennale assegnata a Olga Tanaskovic (Istituto Europeo di Oncologia), impegnata in un progetto di ricerca sui meccanismi biologici alla base della leucemia. Testimonial della campagna è l’ex schermitrice Margherita Granbassi, pluricampionessa olimpica, mondiale ed europea di fioretto.

Le margherite, identificate da un’etichetta Aicg (Associazione italiana centri giardinaggio), Fdai (Firmato dagli agricoltori italiani) e Airc, sono coltivate nella piana di Albenga (Savona), dove vengono prodotti ogni anno circa dieci milioni di vasi.

Ricordiamo che Solgarden si trova in via Madre Teresa 5 – tel. 0536.811959; info@solgarden.it