Back to top

Confcooperative Modena

Ceis e Renzo Piano insieme nella riqualificazione di un parco a Modena

È stato inaugurato nei giorni scorsi il padiglione in legno “Riparo”, realizzato nel parco XXII Aprile di Modena in collaborazione con il gruppo Ceis, il consorzio modenese di cooperative sociali che si occupa di dipendenze, disturbi del comportamento alimentare, minori, immigrati, disagio psichico, violenza, inserimento socio-lavorativo, anziani, aggregazione, formazione, ricerca, prevenzione, sportelli d’ascolto e solidarietà.

Riparo” è l’ultimo atto del progetto “Cortile della Crocetta”, patrocinato dal Comune di Modena e partito nel 2020 con un percorso partecipato con gli abitanti del quartiere Crocetta, nel quale il Ceis ha la sede legale, uffici e servizi.

Nell’ambito del progetto è stata creata anche una radura circondata un centinaio di nuove piante. Lì si trovano il padiglione, a disposizione dei cittadini e delle associazioni, l’opera site specific “Hora” realizzata da Trac-Tresoldi Academy dell’artista Edoardo Tresoldi e il “Convivio”, lungo tavolo in legno per momenti condivisi di comunità.

Riparo” è stato progettato da G124, il gruppo di lavoro creato dall’architetto Renzo Piano per le periferie e la città che verrà.

Ogni anno vengono scelti gruppi di giovani architetti seguiti da tutor per lavorare su diverse città italiane. Modena ha fatto parte, insieme a Padova e Palermo, del progetto di “Riforestazione delle periferie”.

A partire da febbraio 2020 il gruppo formato dai giovani architetti Alessia Copelli, Martina Corradini, Stefano Davolio, Leo Piraccini, guidato da Matteo Agnoletto, ha lavorato sul progetto per il parco XXII Aprile.