Back to top

Confcooperative Modena

Dario Mengozzi ricordato ieri sera a Modena da Prodi, Castagnetti e Marino

Nel movimento cooperativo, in Parlamento, in consiglio comunale, nelle Camere di Commercio, nel partito e nell’associazionismo.

Dario Mengozzi, presidente di Confcooperative Modena dal 1969 al 1987 e di Confcooperative nazionale dal 1983 al 1991, ha esercitato con continuità e coerenza, fino alla sua scomparsa (avvenuta il 30 marzo di due anni fa), la sua passione nel fare politica con spirito di servizio per la comunità e per quel disegno autenticamente riformista promosso dal cosiddetto cattolicesimo democratico.

Per questo motivo la Fondazione Sias ha organizzato ieri sera a Modena la presentazione del volume intitolato “Dario Mengozzi. Pensiero forte, a bassa voce, di un cattolico-democratico”, scritto Walter Williams e pubblicato da Artestampa di Modena.

Sono intervenuti l’ex presidente nazionale di Confcooperative Luigi Marino, Pierluigi Castagnetti e Romano Prodi.

Il libro ripercorre – anche attraverso la raccolta di numerose testimonianze delle persone a lui più vicine nel corso dei suoi settant’anni di militanza appassionata e instancabile – i fatti salienti dell’azione di Dario Mengozzi, la cui vita e scelte possono essere considerate emblematiche del modo di professare la propria fede e testimoniare i suoi valori da parte di quella generazione di cattolici che è stata protagonista, nella seconda metà del secolo scorso, del progetto di sviluppo socio-economico del Paese, con uno specifico laboratorio costituito dall’Emilia-Romagna e in particolare dalla città di Modena

Prima dell’iniziativa due sale conferenze del palazzo Europa sono state intitolate allo stesso Dario Mengozzi e a Luigi Paganelli.