Back to top

Confcooperative Modena

Festival abilità differenti: sabato 2 ottobre a Carpi “Maneggiami con cura”

È uno spettacolo di musica, danza e poesia il prossimo evento del 23 esimo Festival internazionale delle abilità differenti, organizzato dalla Nazareno cooperativa sociale di Carpi.

Domani – sabato 2 ottobre – al teatro Comunale di Carpi (ore 21) va in scena “Maneggiami con cura”. Massimo Tagliata, uno dei più importanti fisarmonicisti italiani, non vedente, e il maestro carpigiano Enrico Zanella eseguono le loro musiche accompagnati dalle compagnie Nuovo Balletto Classico di Reggio Emilia ed EgoMuto (Nazareno cooperativa).

Lo spettacolo, ispirandosi al discorso di papa Francesco La cultura della cura” del 1° gennaio scorso, racconta il desiderio, gli ostacoli, la paura e la bellezza legati al bisogno di amare ed essere amati di tutte le persone e di come, per vivere questa esperienza appagante e destabilizzante, ci si debba affidare e accogliere l’altro e il suo universo. Musiche e danze si alternano alle letture di poesie di Pierluigi Cappello.

Massimo Tagliata nasce a Siracusa nel 1973 e, già all’età di tredici anni, sostiene l’esame di compositore, trascrittore e melodista presso la Siae. Dopo un paio d’anni segue la formazione nel linguaggio del tango con il bandoneonista Marco Fabbri e negli anni successivi nella musica latina e jazz. Nel 1994 vince il concorso internazionale “Città di Castelfidardo” e, dal 1998, intraprende varie collaborazioni con musicisti come Teo Ciavarella, Felice Del Gaudio e il gruppo Banda Favela, con il quale realizza tournée nei jazz club più prestigiosi d’Europa e Giappone. In contemporanea con il tango svolge carriera concertistica con il progetto Trio Lumiere in Italia, paesi europei ed extraeuropei. Collabora con numerosi progetti di musica popolare, italiana d’autore e forrò (danza popolare e genere musicale del Brasile). Nel 2006 forma il gruppo Marea insieme al chitarrista Andrea Dessì. I due partecipano ai più importanti festival di jazz italiani. Hanno inciso i cd “Deserto Rosso”, “Cammino Dritto” e altri, fino all’ultima incisione, “L’amore è cieco”, con Teo Ciavarella, Fabio Grandi, Flavio Piscopo e Massimo De Stephanis.

La compagnia Nuovo Balletto Classico ha ereditato tutto il repertorio del coreografo Marinel Stefanescu e ha sede a Reggio Emilia dal 1978. È attiva su tutto il territorio italiano con un repertorio classico, neoclassico e moderno. Ha al suo attivo circa 2 mila spettacoli in più di 450 città italiane e 60 straniere. Ha recentemente partecipato in Russia al festival internazionale di balletto dedicato a Rudolf Nureyev. Riconoscimenti, premi nazionali e internazionali costellano l’attività di questa compagnia che tra i suoi docenti ha la ballerina Liliana Cosi.

INFORMAZIONI

Per accedere all’evento è necessario essere in possesso di una delle certificazioni verdi Covid-19 e della mascherina, con 60 minuti di anticipo sull’orario di inizio. L’ingresso avverrà seguendo un ordinamento di accesso per evitare assembramenti.

BIGLIETTI

Costo biglietti: 15 euro intero, 10 euro ridotto. I biglietti non sono nominali, rimborsabili, cedibili né scambiabili e non ci sono posti preassegnati. Possono usufruire dei biglietti ridotti i bambini fino a 6 anni compiuti, persone con disabilità e over 65.

PRENOTAZIONI

Sonia – tel. 340 1246615 (solo telefonicamente); lunedì-venerdì 9-12 e 15-17. Prenotazione obbligatoria

L’evento sarà trasmesso in streaming sul canale youtube della cooperativa Nazareno www.youtube.com/coopnazareno