Scelta cooperativa, scelta di valori

Solidarietà alimentare: Eortè comincia la seconda distribuzione della spesa

È cominciata ieri a Soliera la seconda distribuzione prevista all’interno del progetto di solidarietà alimentare. Si tratta, lo ricordiamo, del progetto partito ad aprile per volere del Comune di Soliera che, in collaborazione con la cooperativa sociale Eortè, intende dare una risposta immediata alle famiglie in difficoltà economica che necessitano di un aiuto concreto per poter far fronte ai propri bisogni quotidiani. Oltre ai buoni spesa, è prevista la distribuzione di pacchi contenenti una spesa di generi alimentari di prima necessità. La preparazione e distribuzione di questi pacchi è stata affidata alla cooperativa Eortè, che ha voluto sfruttare questa occasione non solo per sostenere le famiglie del territorio, ma anche per dare una spinta all’economia locale, specialmente alle piccole e medie aziende di prodotti alimentari. La scelta d’acquisto dei prodotti che compongono questo paniere è stata fatta dando la priorità ad aziende che hanno sede sul territorio o nelle immediate vicinanze, dando vita così a una buona pratica di economia solidale. Nel week end di Pasqua si è svolta la prima distribuzione alimentare per i beneficiari del bonus spesa, che ha interessato più di 300 famiglie solieresi, cui è stato garantito un sussidio per superare l’attuale situazione di difficoltà in cui si trovano. La seconda settimana prevede, invece, la distribuzione di 172 pacchi piccoli, destinati a nuclei familiari da uno a tre componenti, e 130 pacchi grandi per famiglie da quattro componenti in su. La cooperativa Eortè, disponibile sin dal primo momento, ha gestito con efficienza e prontezza la logistica di questa iniziativa, che ha visto coinvolte dodici realtà associative del territorio e più di 70 volontari che si sono impegnati per la riuscita del progetto. L’attivazione di questi soggetti è un segno tangibile della forza che la rete della solidarietà ha nel territorio, come confermano le parole di uno dei volontari. «La guida e lo scout si rendono utili e aiutano gli altri": così recita un punto della legge scout. "Con l'aiuto di Dio prometto sul mio onore di fare del mio meglio per compiere il mio dovere verso Dio e verso il mio Paese" – ricorda Alberto Luppi, capo scout gruppo Soliera 1 - Spinti da questi propositi, contenuti nella promessa scout, abbiamo offerto la nostra disponibilità nell'iniziativa promossa dalla cooperativa Eortè. Dallo scout all'estetista, dallo studente all'impiegata, tutti insieme abbiamo fatto comunità con un unico grande obiettivo: aiutare chi, in questo periodo, ne ha necessità. Con il nostro operato ci auguriamo di aver lasciato il mondo un po’ migliore rispetto a come l'abbiamo trovato, regalando un sorriso o un semplice gesto di affetto. È proprio vero che persone "piccole" possono fare cose da grandi».