Scelta cooperativa, scelta di valori
Back to top

Confcooperative Modena

Presepi da vedere: la Natività di Mattei in esclusiva per Emil Banca

Tra i tanti presepi che si possono ammirare in questi giorni, ce n’è uno davvero unico a Bologna: la Sacra Natività che Luigi Enzo Mattei ha realizzato in esclusiva per Emil Banca e che fino al 15 gennaio 2015 resterà in mostra nella sala Marconi della sede della banca in via Trattati Comunitari 19. Il presepe è all’interno dell’antologica che Emil Banca dedica all’artista bolognese presente in più di ottanta musei e gallerie nel mondo. La Sacra Natività 2014 segue quella che Mattei ha realizzato a grandezza naturale negli anni Novanta per la basilica di San Petronio e la più recente collocata da novembre 2013 nell’atrio della cappella di palazzo Caprara-Montpensier, sede della prefettura di Bologna. «Questa nuova opera – spiega lo stesso Mattei – presenta soluzioni innovative, pur tributarie della tradizione presepiale della città, e si colloca nel solco della grande tradizione fittile che Bologna vanta, avendo in Nicolò dall’Arca e nel Lombardi i massimi esponenti. Riproponendo poi la determinante corporeità delle figure proprie dell’idea rinascimentale che ha in Jacopo della Quercia il campione assoluto, ribadisco i valori presenti nelle altre mie opere, dall’Uomo della Sindone alla Porta Santa di S.M. Maggiore in Roma, da Ianua Mundi alla Porta Fidei della cattedrale. La composizione accosta la Madonna del Latte all’inedito e veridico Giuseppe della Culla, inquadrati tra i pastori della meraviglia, gli animali dell’attenzione, gli angeli dello stupore. Il baricentro dell’opera è in sporgenza dal proscenio, tanto da accostare idealmente, avvicinandolo, il riguardante alla piccola Creatura del grande Mistero». Nella sede Emil Banca si possono ammirare altre opere di Mattei, come la Porta Fidei, normalmente collocata nella cattedrale metropolitana di San Pietro a Bologna, i busti dei Nobel Guglielmo Marconi ed Ernesto Moneta, le figure alate e il monumento ai caduti di Quinzano.